Fai i conti con la tua bellezza

Bellezza-ollyup

Pensi che la bellezza oggettiva sia l’unica arma per piacere? Ti sbagli di grosso. Ecco qualche suggerimento

Una bella donna non è colei di cui si lodano le belle gambe o le braccia, ma quella il cui aspetto complessivo è di tale bellezza da togliere la possibilità di ammirare le singole parti. Seneca.

outfit-ollyupL’idea di ‘bella donna’ del filosofo Seneca corrisponde perfettamente al mio concetto di bellezza. Per me, infatti, è l’insieme degli elementi che suscitano sensazioni piacevoli che rende bella una donna. Esistono due tipi di bellezza: quella oggettiva, che corrisponde a determinati canoni e quella soggettiva, influenzata dal gusto personale. Io penso che la bellezza oggettiva sia quella che mette d’accordo tutti, è quella a cui non puoi negare l’evidenza, perché quando un oggetto o una persona sono belli, sono belli, punto! Ma la bellezza soggettiva, quella che io preferisco, è qualcosa di più personale, è qualcosa di sentito e, quando ti entra nella mente, non riesci più a farla uscire, perché lascia il segno e difficilmente si può dimenticare. È quella bellezza che ti tocca dentro, che è legata a un’emozione, a una sensazione, a qualcosa che ti procura piacere ogni volta che ci ripensi. Io intendo la bellezza come una vampata di euforia che mi ‘prende dentro’ ogni volta che ci penso…

Riferendomi alla bellezza femminile, penso che una bella donna, per essere tale, deve esserlo nell’insieme dei suoi elementi, anche con qualche imperfezione. La sua bellezza non è data da lunghe gambe affusolate, da capelli lucenti o da labbra carnose ma, dal suo modo di fare e di mettere in sintonia gambe imperfette e capelli crespi. La sua bellezza deve trasparire al di là del suo aspetto fisico e soprattutto deve lasciare il segno. In che modo? Mostrando se stessa nella sua unicità e autenticità. Cosa voglio dire?

Che la bellezza è personale e ogni donna ha il suo modo per essere bella.

Outfit in black

Non per presunzione, ma con la consapevolezza di essere bella a modo mio, ti presento il mio outfit in black realizzato con longuette e camicia, sdrammatizzato, visto la mia avversione per il nero, con un gilet in eco-pelliccia beige e un tronchetto bordeaux. Ho indossato il cappello in tinta con le scarpe per evitare di combinare altri colori e rischiare l’effetto “clown“.

la-bellezza-femminile-ollyup

total-black-ollyup

cappello-accessorize-ollyup

gilet-ecopelle-zara-ollyup

longuette-nera-ollyup

Gilet Zara – Gilet Zara – Accessori Accessorize 

Ora ti chiedo di scrivermi il tuo parere sulla “bellezza”. Vorrei sapere se sono l’unica donna “strana” a pensarla in questo modo.

A presto

Olly

Grazia Oliviero

Blogger e style coach. Penso che la moda sia personale e che ognuno debba crearsi il proprio stile. “Bien dans sa peau”, dicono i francesi. Lo stile è stare bene nella propria pelle ed io ne ho fatta la mia filosofia di vita.

Discussion about this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *