Capelli al mare: 3 consigli su come proteggerli dal sole

proteggere-i-capelli

I capelli al mare diventano secchi e aridi. Per evitare misure drastiche al rientro dalle tue vacanze 3 consigli su come proteggerli dal sole

I capelli al mare possono entrare in profonda sofferenza durante l’esposizione al sole e riportare diversi danni, se non sei brava a difenderli in modo adeguato. L’azione dei raggi UV indebolisce la struttura del capello rendendolo secco e arido. Quando d’estate sei in modalità “vacanza”, il mare ti coccola e ti rinfresca controbilanciando il calore prodotto dal sole, ma i tuoi capelli e il tuo corpo? Non basta un semplice tuffo in acqua per garantire la protezione e la salute dell’organismo. Durante il periodo estivo l’alimentazione, la pelle e i capelli necessitano di maggiori cure. Per garantire un buon risultato a fine estate ed evitare tagli drastici, bisogna programmare un vero e proprio piano di prevenzione. Oggi, ho 3 consigli per i tuoi capelli al mare per giocare d’anticipo e garantire la tenuta alla tua capigliatura, senza farti cogliere alla sprovvista e senza costringerti a correre ai ripari all’ultimo secondo.

Proteggere i capelli d’estate: l’acconciatura “a scudo” (primo consiglio)

capelli-rovinatiProteggere i capelli d’estate è molto importante. Con l’esposizione al sole, i raggi intervengono non solo sulla fibra dei capelli, ma anche sul cuoio capelluto. Un vero e proprio campo fertile che deve garantire la crescita del capello e mantenerlo in forze. Ahimè, il sole può colpire anche questo terreno. Il primo consiglio per evitare danni irreparabile è quello di organizzarti con un’acconciatura progettata per mettere il tuo cuoio capelluto al riparo dall’azione solare. Ecco perché si parla di acconciatura “a scudo”. Il nome non è a caso! La suddetta acconciatura prevede la raccolta dei capelli in una voluminosa treccia, perfetta per proteggere, dal sole e dalla salsedine, sia le fibre che il cuoio capelluto. E’ molto più consigliata della comune coda di cavallo, perché quest’ultima rischia di aumentare i danni, indebolendo ancora di più il capello fino a favorire la caduta stessa.

Come lavare i capelli (secondo consiglio)

Come lavare i capelli? Sembra un’azione banale e scontata, invece molte persone non riesco a lavarli bene. Innanzitutto, per una buona detersione è importante lo shampoo. Un prodotto cheshampoo-per-capelli va utilizzato poche volte perché tende ad alterare i livelli di sebo del cuoio capelluto, indebolendolo. Questa è una regola che vale specialmente d’estate, perché è in questo periodo che si tende ad abusare delle docce che, a loro volta, andrebbero limitate. In alternativa, è possibile utilizzare uno shampoo apposito, che sappia proteggere e al tempo stesso rinforzare il cuoio capelluto e i capelli: come lo shampoo oil non oil di Bioscalin, che possiede importantissime proprietà e si adatta a meraviglia all’obiettivo di mantenimento estivo della tua capigliatura.

Piastre e phon per capelli : meglio non usarli (terzo consiglio)

proteggere-i-capelliPiastre e phon per capelli: sono la tomba della tua capigliatura! Già il sole basta, da solo, a far seccare i capelli e indebolirli. Perché aggiungere anche l’aria calda del phon o – peggio ancora – le superfici metalliche bollenti delle piastre per capelli? Il phon andrebbe centellinato e utilizzato col contagocce. Non si dovrebbe mai usarlo a una temperatura troppo calda o con un getto troppo violento, e mai ad una distanza inferiore ai 10-12 centimetri. La piastra, invece, è preferibile accantonarla del tutto. Il suo utilizzo brucia le fibre del capello indebolendole come nemmeno il sole riuscirebbe a fare. Fra le altre cose, è da imputare all’abuso della piastra la caduta dei capelli che spesso colpisce le donne. Meglio mantenere i capelli umidi, provvedendo ad asciugarli tamponandoli con l’asciugamano: dunque con del sano fai da te!  

Ecco, i 3 consigli utili per i tuoi capelli al mare li ho segnalati. Cerca di seguirli per evitare tagli drastici alla tua capigliatura e lacrime inutili dal tuo parrucchiere. In fondo facciamo già fatica a farli crescere, giusto? 

A presto 

Olly

Article Tags :
Grazia Oliviero

Blogger e style coach. Penso che la moda sia personale e che ognuno debba crearsi il proprio stile. “Bien dans sa peau”, dicono i francesi. Lo stile è stare bene nella propria pelle ed io ne ho fatta la mia filosofia di vita.

Discussion about this post

  1. Laura ha detto:

    grazie per questi ottimi consigli 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *